E’ stata pubblicata sul sito di Fondimpresa la Delibera CDA del 25 marzo 2020 relativa agli ulteriori e nuovi provvedimenti adottati per far fronte all’emergenza Coronavirus. Sono state deliberate ulteriori proroghe e differimenti sulle attività formative in corso finanziate da Fondimpresa.

Di seguito il testo integrale, consultabile anche nel sito di Fondimpresa:

“In coerenza con le disposizioni governative emesse per far fronte all’emergenza e nell’ambito degli Accordi di condivisione dei piani formativi, il Consiglio, all’unanimità, delibera:

  • in relazione agli Avvisi in corso e già finanziati del Conto di Sistema, il differimento per un massimo di 180 giorni dei termini stabiliti per la conclusione del Piano, le attività di erogazione della formazione e di presentazione della rendicontazione finale;
  • in relazione al Conto Formazione Ordinario, senza necessità di ulteriori proroghe rispetto a quanto previsto nella determina del 4 marzo, le aziende possono utilizzare, a seconda della specifica necessità, i dispositivi, già previsti e regolamentati nelle linee Guida Conto Formazione, come la rimodulazione ore/partecipanti; l’annullamento volontario e diretto del piano (es: in caso di impossibilità a realizzare integralmente il piano presentato); la chiusura anticipata del piano con le azioni formative già realizzate e valide (anche a seguito di eventuali rimodulazioni richieste di ore/partecipanti) e relativa rendicontazione parziale e/o totale; la trasformazione del piano ordinario in piano ordinario con ammortizzatori in fase di monitoraggio con l’esonero dall’obbligo del cofinanziamento aziendale (in tutto o in parte). In generale, le risorse del Conto Formazione non utilizzabili nell’ambito dei piani formativi attualmente in gestione, possono ritornare nelle disponibilità dei conti aziendali per favorire una migliore programmazione della formazione anche attraverso la presentazione di nuovi piani ordinari con ammortizzatori per i quali è previsto l’esonero dall’obbligo del cofinanziamento aziendale (in tutto o in parte);
  • in relazione ai Piani con contributo aggiuntivo precedentemente approvati e attualmente in gestione, la modifica da 30 giorni a complessivi 180 giorni di proroga rispetto alla durata massima di 12 mesi del Piano formativo, calcolata dalla data di autorizzazione all’avvio delle attività o, se presente, dalla data di avvio anticipato. Per tali piani valgono comunque i dispositivi, già previsti e regolamentati nelle linee Avviso con contributo al Conto Formazione, come la rimodulazione ore/partecipanti nel rispetto dei requisiti di ammissibilità previsti dall’Avviso, l’annullamento volontario e diretto del piano (es: in caso di impossibilità a realizzare integralmente il piano presentato), la chiusura anticipata del piano con le azioni formative già realizzate e valide sempre nel rispetto dei requisiti di ammissibilità previsti dall’Avviso (anche a seguito di eventuali rimodulazioni richieste di ore/partecipanti) e relativa rendicontazione parziale e/o totale;
  • in relazione all’Avviso 2/2019 PMI (Contributo Aggiuntivo), la modifica del termine di 210 giorni dalla data di autorizzazione di Fondimpresa all’avvio delle attività o, se presente, dalla data di avvio anticipato relativo alla conclusione delle attività formative e non formative del Piano, in 360 giorni; la modifica da 30 giorni a complessivi 180 giorni del termine relativo all’avvio delle attività formative;
    in relazione ai Piani del Conto Formazione Ordinario, ai piani con contributo aggiuntivo precedentemente approvati e in gestione, ai piani dell’Avviso 2/2019, la concessione di complessivi 90 giorni rispetto al termine massimo di scadenza delle integrazioni, anche per quelle inviate o scadute dal 25 febbraio alle ore 11 del 3 marzo 2020 relative alla determina del 4 marzo e tutte quelle successive, nelle fasi di istruttoria e monitoraggio”.